Quarant’anni fa moriva il grande “Paròn” Nereo Rocco

Il 20 febbraio di 40 anni fa moriva il grande Nereo Rocco. Il comitato organizzatore del Torneo internazionale dedicato all’indimenticabile #Paròn, in testa il presidente Franco #Bonanno, intendono ricordarlo in questo anniversario, ribadendo quanto la sua personalità e il suo stile, geniale ed ironico, pragmatico e generoso, siano stati e siano tuttora un esempio da seguire per chi ama il gioco piu’ bello del mondo. Ciao #Paròn! ⚽❤️

SVELATI I GIRONI DEL XXXIV TROFEO “NEREO ROCCO”

“Questo torneo rimane il piu’ importante a livello di categoria Under 17 e siamo orgogliosi che sia diventato un biglietto da visita per tutta la regione Friuli Venezia Giulia e non piu’ solo per la provincia di Gorizia”. Franco Bonanno, deus ex machina del Trofeo Internazionale di calcio giovanile “Nereo Rocco”, sintetizza così la sempre maggiore apertura del “Mundialito” per club a tutto il territorio regionale. La kermesse si è presentata ieri nella sede della Fondazione Carigo, con il consueto cerimoniale della composizione dei gironi. Una manifestazione che nel panorama europeo è ormai la “Viareggio degli Allievi”, e che è in programma dal 27 agosto al 1 settembre su una trentina di campi del FVG. Il piu prestigioso dei quali è appunto lo stadio Rocco di Trieste, che ospiterà la finalissima. “Per noi un’opportunità irrinunciabile, giocare l’atto conclusivo nello stadio che porta il nome del Paròn” commenta Bonanno. Un FVG che sarà il grande protagonista di questa edizione, con tutte le sue rappresentanti del calcio professionistico (a Triestina e Udinese si affianca, noblesse oblige, il Pordenone), piu’ la rappresentativa Allievi capace lo scorso anno di una favola conclusasi solo in finale contro il Bologna, e fresca vincitrice nei giorni scorsi della “International Soccer Cup” in Canada. “Questo è il calcio che vogliamo promuovere, quello dei vivai italiani” ribadisce Bonanno, che ricorda come lo spostamento in estate del “Rocco” abbia subito portato in dote le affermazioni di Atalanta, Venezia e Bologna, in un albo d’oro che non vedeva sventolare il tricolore da poco meno di un decennio. Ad augurare in bocca al lupo al “Mundialito”, il presidente regionale Figc Ermes Canciani, il consigliere regionale Antonio Calligaris, Elisabetta Pontello di Fondazione Carigo che con Figc, Coni, Regione e Comuni interessati e Camera di Commercio rendono possibile questo piccolo miracolo sportivo. “Ma il vero miracolo è la mia squadra di volontari” riconosce Bonanno. Fra gli eventi collaterali da ricordare, il IV Trofeo “Giancarlo Pozzo” dedicato al calcio femminile, che a Tavagnacco vedrà fronteggiarsi l’ambiziosa e rinnovata Graphistudio e le campionesse di Slovenia del Pomurje Beltinci, e la presenza, il 31 agosto a Gorizia, della Nazionale italiana Amputati che l’anno scorso commosse ed entusiasmo’ il pubblico. Appuntamenti in avvicinamento al torneo saranno invece il 20 aprile alle 11 una tavola rotonda organizzata dal presidente delll’Ussi regionale, Umberto Sarcinelli, sul tema “Il calcio di Rocco e il calcio attuale”, con tecnici, giocatori e addetti ai lavori che saranno svelati a breve, e il 24 agosto la consueta cerimonia ufficiale di presentazione al Nuovo Teatro Comunale di Gradisca, con la consegna dei tradizionali “Premi allo Sport”.

GIRONE A: Bologna, Deportivo Cali (Colombia), Olimpia Lubiana (Slovenia), Venezia.

GIRONE B: Lazio, Udinese, Toluca (Messico), Rappresentativa Friuli Venezia Giulia;

GIRONE C: Napoli, Pordenone, Malta, Fc Kartnen (Austria):

GIRONE D: Milan, Chivas (Messico), Stella Rossa Belgrado (Serbia), Triestina.

TROFEO NEREO ROCCO 2019, VENERDI 2 AGOSTO LA CERIMONIA DI COMPOSIZIONE DEI GIRONI ALLA FONDAZIONE CARIGO

Una nuova avventura ai nastri di partenza. Con tanta voglia di scoprire, come sempre, le next big things del calcio giovanile italiano ed internazionale. Inizia il conto alla rovescia per il Trofeo “Nereo Rocco” dedicato alla categoria Under 17 e giunto al notevole traguardo delle 34 edizioni. Il “Mundialito” per club, che si disputerà dal 27 agosto al 1 settembre su una trentina di campi di tutto il Friuli Venezia Giulia, si toglierà definitivamente i veli venerdi alle 18 a Gorizia nella sede della Fondazione Carigo con la tradizionale cerimonia della composizione dei gironi e – successivamente – con la serata di gala e la consegna dei Premi allo Sport al Nuovo Teatro Comunale di Gradisca. La mission dell’infaticabile presidente del comitato organizzatore Franco Bonanno è quella di confermarsi ancora una volta come vetrina privilegiata del calcio internazionale under 17. Confermatissima, in questo senso, la decisione di svolgere la manifestazione d’estate, per fare del “Rocco” il test precampionato per eccellenza e non intralciare lo svolgimento dei campionati. L’ atto conclusivo si disputerà come ormai consolidata abitudine nello stadio di Trieste, che del “paròn” porta il nome. Siamo in grado di fornire le prime anticipazioni sulle partecipanti: fra le italiane, il Bologna campione in carica, e poi Milan, Lazio, Napoli e Venezia. La novità è costituita dalla consistente pattuglia regionale: oltre ad Udinese, Triestina e alla Rappresentativa Allievi del FVG, per la prima volta ai nastri di partenza c’è anche – e meritatamente – il Pordenone, a premiare non solo l’ascesa dei “ramarri” nella cadetteria, ma anche gli ottimi risultati del settore giovanile: la formazione presente al Torneo Rocco sarà infatti l’erede di quella che lo scorso anno ha conquistato nientemeno che lo Scudetto Allievi di categoria. Fra le pretendenti straniere due messicane (Toluca e Chivas), una colombiana (il sempre fertilissimo vivaio del Deportivo Cali), la Stella Rossa Belgrado, i vicini di casa Olimpia Lubiana (Slovenia) e FC Karnten (Austria) e la nazionale di Malta. “L’obbiettivo è mantenere la qualità tecnica di questi ultimi anni – commenta patron Bonanno – e creare un’occasione di incontro per questi ragazzi che provengono da ogni parte del mondo e possono compiere un’esperienza fondamentale sia sul piano squisitamente sportivo che su quello umano. E poi crediamo di poter garantire un’importante ricaduta economica per il Friuli Venezia Giulia e le sue strutture ricettive. Tutto l’indotto creato rimarrà in regione. L’unica amarezza – rivela Bonanno – è l’assenza della formazione venezuelana Arroceros de Calabozo che per la difficile situazione politica del Paese sudamericano non ha ottenuto i visti per partecipare al torneo ». Confermatissime anche la quarta edizione del torneo femminile intitolato alla memoria dell’ex patron della Pro Gorizia, Giancarlo Pozzo, e che si svolgerà al “Bearzot” di Gorizia fra Graphistudio Tavagnacco e le campionesse di Slovenia del Pomurje Beltinci, e la presenza, il 31 agosto a Gorizia, della Nazionale italiana Amputati che l’anno scorso commosse ed entusiasmo’ il pubblico. Gustosa novità anche la “prima volta” del Torneo Pulcini “Nereo Rocco”, che si svolgerà sempre a Gorizia e sempre il 31 agosto. Il 20 agosto, al Castello di Miramare, una tavola rotonda sul calcio del “paròn” e quello dei giorni nostri, moderato dal giornalista Umberto Sarcinelli con ospiti di prestigio che saranno annunciati a breve. La kermesse gode del sostegno di Regione FVG-Assessorato allo Sport e Turismo, Fondazione Carigo, Camera di Commercio, dei Comuni di Trieste, Gorizia, Gradisca, Lignano Sabbiadoro, e naturalmente della fattiva collaborazione di Figc e Coni regionali .