Categoria: Torneo 2017

SVELATI I GIRONI DEL XXXIII TROFEO “ROCCO”: LA FINALISSIMA TERRA’ A BATTESIMO IL RINNOVATO STADIO DI TRIESTE

La finalissima del Trofeo “Nereo Rocco” sarà il “test-match”… per il rinnovato stadio “Rocco” dopo i lavori di adeguamento in vista degli Europei Under 21 del 2019. L’annuncio è stato dato a Gorizia, nella sede della Fondazione Carigo, nel corso della sempre suggestiva cerimonia di presentazione dei gironi del “Mundialito” Under 17 di Gradisca: l’atto conclusivo del 33esimo Torneo Allievi – in programma dal 31 agosto al 5 settembre prossimi – sarà anche il primo match ufficiale dopo il restyling dell’impianto di Valmaura. Il torneo giovanile intitolato al Paròn – con Milan e Juve di nuovo ai nastri di partenza – si giocherà su una ventina di campi del Triveneto. Altra conferma, la terza edizione di un torneo femminile sotto il “cappello” del trofeo Rocco, intitolato alla memoria dell’ex patron della Pro Gorizia, Giancarlo Pozzo, al “Bearzot” di Gorizia. E poi l’attenzione per il sociale: parallelamente al Mundialito, intuizione del patron del “Rocco” Franco Bonanno e del presidente regionale Coni Brandolin, l’Isontino ospiterà infatti il ritiro della nazionale azzurra amputati in vista del mondiale in Messico (campo base a Farra, esibizione a Gorizia a metà settembre): suggestiva la testimonianza dell’azzurro Lamanna. La manifestazione gode del sostegno di Regione, Fondazione Carigo, Camera di Commercio Giuliano-Isontina e della fattiva collaborazione dei Comuni di Gradisca, Gorizia, Lignano e Trieste. A fare gli onori di casa un emozionato patron Bonanno. «Esserci da tanti anni è una sfida, cerchiamo di crescere e migliorare. Il sogno? Il Barcellona nel 2019, il club blaugrana ci ha appena fatto sapere di essere interessato”. Folto il parterre di autorità: dal consigliere regionale Nicoli, al presidente regionale Figc Canciani, al parlamentare Pettarin, agli amministratori dei comuni coinvolti. Tutti concordi nell’affermare come il Mundialito sia un piccolo miracolo di volontariato che garantisce alla regione una notevole ricaduta economica e di immagine. Venerdi 27 luglio alle 18.30 il vernissage ufficiale al Nuovo Teatro Comunale di Gradisca. con la consegna dei Premi allo Sport, fra cui quelli ad Emanuela Di Centa, al giornalista Stefano De Grandis, ed all’ex calciatore del Milan di Rocco, il sagradino Giuseppe Sabadini
I GIRONI. A : Juventus, Bologna, Stella Rossa (Srb), Malta. B: Napoli, Venezia, Chivas (Mex), Rappr.FVG. C: Lazio, Triestina, Midtyjlland (Dan), Kartnen (Aut); D: Milan, Gois (Gia), Atalanta, Udinese.

Il 2 luglio il Mundialito “Nereo Rocco” si svela alla Fondazione Carigo: altre anticipazioni sull’edizione 2018

Il Milan certamente ci sarà. E una porta rimarrà aperta fino all’ultimo anche per Inter e Juventus, che il Comitato organizzatore del Trofeo “Nereo Rocco” sta cercando di sedurre proprio in queste ore. Iniziano a filtrare le prime indiscrezioni sulla nuova edizione del Mundialito per club “Città di Gradisca”, che si toglierà definitivamente i veli lunedi 2 luglio alle 18.30 nella sede della Fondazione Carigo di Gorizia con la composizione dei gironi e – successivamente – venerdi 27 luglio con la consueta cerimonia e la consegna dei Premi allo Sport al Nuovo Teatro Comunale di Gradisca. La mission dell’infaticabile presidente del comitato organizzatore Franco Bonanno è sempre la stessa: portare in regione la crema dei vivai italiani per confermarsi ancora una volta come vetrina privilegiata del calcio internazionale under 17. Confermatissima la decisione di svolgere la manifestazione d’estate – quest’anno dal 30 agosto al 5 settembre, per garantire la partecipazione alla kermesse dei migliori settori giovanili tricolore e non intralciare lo svolgimento dei campionati. E atto conclusivo nuovamente – noblesse oblige – nella splendida cornice dello stadio “Rocco” di Trieste.  Siamo in grado di fornire le prime indiscrezioni sul possibile tabellone.«I nomi sono tanti e dovremo operare qualche scrematura, ma siamo alla stretta finale» anticipa Bonanno. Che non nasconde la voglia di provarci fino all’ultimo per Juventus ed Inter, ma puo’ già contare su club italiani importanti quali Atalanta, Bologna, Lazio, Milan, Napoli, e le rappresentanti trivenete Triestina, Udinese e Rappresentativa FVG. Fra le straniere, sono in ballo Colo Colo (Cile), Stella Rossa Belgrado (Serbia), Brondby (Danimarca), Gois (Giappone), Chivas (Messico), Olimpia Lubiana (Slovenia), Akademie Karnten (Austria) e la nazionale di Malta. Qualche chance anche per una transalpina tra Metz e Lille.  Il torneo giovanile intitolato al paròn Nereo Rocco si giocherà come tradizione su una trentina di campi del Friuli Venezia Giulia e del Veneto. «Il nostro progetto è ambizioso – commenta Bonanno -. Vogliamo in un certo senso “guardarci dentro”: mantenere la qualità tecnica garantita dalla presenza dei migliori vivai italiani,e per questo ringrazio il responsabile nazionale del Settore Giovanile e Scolastico Figc, Tisci, e il presidente regionale Canciani per avere voluto valorizzare il nostro torneo; e creare un’importante ricaduta economica per il Friuli Venezia Giulia. Tutto l’indotto creato rimarrà in regione”. Altra conferma, la terza edizione di un torneo femminile sotto il “cappello” del trofeo Rocco: sarà un triangolare intitolato alla memoria dell’ex patron della Pro Gorizia, Giancarlo Pozzo, e che si svolgerà al “Bearzot” di Gorizia fra squadre italiane, austriache e slovene, anche se il sogno per la prossima edizione è un “Rocco Women” per le migliori squadre primavera. E poi l’attenzione per il sociale: parallelamente al Mundialito, intuizione di Bonanno e del presidente regionale Coni Brandolin, l’Isontino  ospiterà infatti il ritiro della nazionale azzurra amputati in vista del mondiale in Messico (campo base a Farra, esibizione a Gorizia a metà settembre), e saranno raccolti fondi in favore dell’associazione Progetto Autismo FVG. La manifestazione gode del sostegno di Regione, Fondazione Carigo, Camera di Commercio Giuliano-Isontina e della fattiva collaborazione dei Comuni di Gradisca, Gorizia, Lignano (sempre piu’ strategica per campi e ricettivita’ alberghiera) e naturalmente Trieste, sede della finalissima.

Cordoglio del Trofeo Rocco per Ettore Romoli

Il Comitato organizzatore del Trofeo “Nereo Rocco”, in testa l’arch. Franco Bonanno, hanno appreso con sgomento e profonda commozione la notizia della scomparsa dell’ex senatore, sindaco di Gorizia e presidente del Consiglio Regionale Ettore Romoli. “Una figura – commenta Bonanno – che ha saputo essere riferimento sicuro per un territorio, interprete delle esigenze di tutta una comunità, caratterizzato da un’onestà intellettuale e un rispetto per le istituzioni fuori dal comune. Gli siamo grati per quanto è stato vicino al Torneo nel corso degli anni e in particolare, piu’ recentemente, per avere creduto nel Torneo femminile ospitato dallo stadio “Bearzot” della sua amata Gorizia”

Neto Pereira e Chicco Evani, due amici del Trofeo Nereo Rocco

Con grande gioia ed emozione il presidente del Comitato organizzatore del Trofeo “Nereo Rocco” – Città di Gradisca d’Isonzo, arch. #FrancoBonanno, ha ricevuto nei giorni scorsi la visita del grande Leônidas Neto Pereira de Sousa e della sua splendida famiglia. Neto, attaccante attualmente al Mestre, ha scritto la storia dell’Itala San Marco, societa’ di cui Bonanno è stato presidente: per il brasiliano 258 presenze e 114 gol in biancoblù e uno storico approdo fra i professionisti.

Il Pres. Arch. #FrancoBonanno nei giorni scorsi ha anche incontratoAlberigo Evani scambiandosi i saluti ed i piacevoli ricordi quando con il AC Milan dal 2005 al 2008 venne a partecipare al Trofeo “Nereo Rocco” – Città di Gradisca d’Isonzo . Ora Chicco Evani allena la nazionale Azzurra Under 21 Figc

Da tecnico dei rossoneri ha partecipato al Torneo “Nereo Rocco” portando a Gradisca campioni quali Donnarumma, Romagnoli, De Sciglio e Paloschi.

Trofeo Rocco 2018, si mette in moto la macchina organizzativa: dal 30 agosto al 5 settembre ritorna il Mundialito!

Il meglio dei vivai italiani per confermarsi ancora una volta come vetrina privilegiata del calcio internazionale under 17. In questi mesi non si è mai fermata la macchina organizzativa del Mundialito di Gradisca “Trofeo Nereo Rocco” per squadre di club della categoria Allievi. Confermatissima la decisione di svolgere la manifestazione d’estate – quest’anno dal 30 agosto al 5 settembre -per garantire la partecipazione alla kermesse dei migliori vivai italiani e non intralciare lo svolgimento dei campionati. E atto conclusivo nuovamente – noblesse oblige – nella splendida cornice dello stadio “Rocco” di Trieste. Più qualità e competitività, dunque, la parola d’ordine del Comitato organizzatore presieduto dall’infaticabile Franco Bonanno, letteralmente sommerso dalle richieste di iscrizione alla manifestazione. Siamo in grado di fornire le prime indiscrezioni sul possibile tabellone.«I nomi sono tanti e dovremo operare qualche scrematura, ma stiamo stringendo il cerchio» anticipa Bonanno. Se il sogno rimane la Juventus (e forse anche l’Inter), sembra ormai soltanto una formalità la conferma della partecipazione di Milan, Atalanta e Venezia (queste ultime vincitrici delle ultime due edizioni) cui potrebbe aggiungersi ancora qualche chicca fra Lazio, Bologna ed Empoli, piu’ le “nostrane” Triestina e Udinese e la rappresentativa Allievi del FVG. Così come sono in lizza per un posto nel tabellone a 16 squadre formazioni dal Sudamerica (il ritorno del Colo Colo e del Coritiba, due formazioni ben presenti nell’albo d’oro, ma anche una compagine dalla Colombia e i messicani del Chivas), dall’Europa (Stella Rossa e Malta, forse addirittura una fra Olympique Lione e Nizza). Il torneo giovanile intitolato al paròn Nereo Rocco si giocherà come tradizione su una trentina di campi del Friuli Venezia Giulia e del Veneto. «Il nostro progetto è ambizioso – commenta Bonanno -. Vogliamo in un certo senso “guardarci dentro”: mantenere la qualità tecnica garantita dalla presenza dei migliori vivai italiani,e per questo ringrazio il responsabile nazionale del Settore Giovanile e Scolastico Figc, Tisci, e il presidente regionale Canciani per avere voluto valorizzare il nostro torneo; e creare un’importante ricaduta economica per il Friuli Venezia Giulia. Tutto l’indotto creato rimarrà in regione”. Altra conferma, la terza edizione di un torneo femminile sotto il “cappello” del trofeo Rocco: sarà un triangolare intitolato alla memoria dell’ex patron della Pro Gorizia, Giancarlo Pozzo, e che si svolgerà al “Bearzot” di Gorizia fra squadre italiane, austriache e slovene, anche se il sogno per la prossima edizione è un “Rocco Women” per le migliori squadre primavera. E poi l’attenzione per il sociale: parallelamente al Mundialito, intuizione di Bonanno e del presidente regionale Coni Brandolin, l’Isontino ospiterà infatti il ritiro della nazionale azzurra amputati in vista del mondiale in Messico, e saranno raccolti fondi in favore dell’associazione Progetto Autismo FVG. La manifestazione gode del sostegno di Regione, Fondazione Carigo, Camera di Commercio Giuliano-Isontina e della fattiva collaborazione dei Comuni di Gradisca, Gorizia, Lignano (sempre piu’ strategica per campi e ricettivita’ alberghiera) e naturalmente Trieste, sede della finalissima.

IL VENEZIA CONQUISTA PER LA PRIMA VOLTA IL TROFEO “NEREO ROCCO”

VENEZIA 6

STELLA ROSSA 4

DOPO I CALCI DI RIGORE

MARCATORI: pt 6′ Pasqual; st 10′ Pasqual, 28′ Jocic, 44′ Velijkic.

VENEZIA: Bigaj, Etvaz, Kajganic, Gaba,Pasqual, Cecchinato (Ros), Ricci, Beniamin, Stalla, Pasqualato (Vecchiato), Bance (Bagarotto). All. Rossi

STELLA ROSSA: Krstovic, Jankulov, Stajic, Savic, Velijkic, Stojanovic, Jocic (Puletic) Dedijer, Pavlovic, Adzibaba, Nestorovic. All. Puaca.

ARBITRO: Lozej di Trieste

NOTE ammoniti Kajganic, Adzibaba; sequenza rigori: Venezia Stalla gol, Bagarotto parato, Ricci gol, Benjamin gol, Pasqual gol. Stella Rossa: Pavlovic parato, Puletic gol, Dedijer sbagliato, Joicic gol.

TRIESTE Il Venezia iscrive per la prima volta nella sua storia il proprio nome nell’albo d’oro del Trofeo Nereo Rocco. E’ la seconda affermazione consecutiva per i vivai di casa nostra nel prestigioso Mundialito di Gradisca: i veneti succedono all’Atalanta. Decisivo per i lagunari l’epilogo-thrilling dei calci di rigore contro una Stella Rossa mai doma, capace di risalire dal baratro in cui era sprofondata (sotto di due reti, una per tempo) proprio sul filo di lana. Il torneo internazionale Allievi Under 17 si è concluso dopo una settimana di gare nell’inedita, prestigiosa sede dello stadio che del “Paròn” porta il nome: nonostante la giornata fredda e piovosa, discreto il colpo d’occhio nella tribuna Pasinati. Squadre che si affrontano a viso aperto sin alle prime battute: il Venezia è schierato da mister Maurizio Rossi, ex ala destra del Vicenza, con un 3-5-2 nel quale il terminale offensivo è il puntero Pasqual. Risulterà decisivo. Spregiudicato e arioso l’atteggiamento della Stella Rossa, che intende invece aggredire sulle fasce con un 4-2-4 a trazione decisamente anteriore. Neanche tre giri di lancette e i i veneti passano: a sbloccare è Pasqual, che capitalizza con una zampata l’incursione dalla destra di Ervaz. su incursione sulla dx. do Etvaz. Altra grossa occasione per i lagunari al 6′, non sfruttata da Bance su uscita improvvida dell’estremo serbo Krstovic. A quel punto la Stella Rossa prende decisamente il comando delle operazioni, affidandosi ai suoi quattro moschettieri Velikic, Jocic, Radovanovic e Dedijer. Il Venezia si limita a controllare ed agire di rimessa. La gara rimane piacevole nonostante il terreno pesante. Nella seconda frazione parte di nuovo meglio il Venezia, con Rossi che corre immediatamente ai ripari passando alla difesa a 4 ed accettando l’uno contro uno contro i temibili serbi. Al 10′ la gara sembra andare in freezer perche’ Pasqual bissa, questa volta su calcio di rigore concesso per un evidente fallo in area. La Stella Rossa, seppure intontita, continua in qualche modo a crederci: al 21 si vede annullare un gol per fuorigioco. Al 28′ trova finalmente il gol della speranza con una grande giocata di Velijkic. Il forcing dei balcanici diventa asfissiante ed è Joicic in pieno recupero a trovare l’unghiata del 2-2. Nei supplementari, prima che prevalga la paura, c’è spazio ancora per due grandi occasioni di marca lagunare fra il 6′ e il 7′: clamorosa quella di Bagarotto che calcia su un difensore a porta ormai spalancata. Si rende dunque necessario l’epilogo crudele dei tiri dal dischetto, che premia gli Allievi di mister Rossi. I PREMIATI: Capocannoniere: Bogdan Jocic (Stella Rossa, 5 reti); miglior giocatore: Cesare Pasqual (Venezia); miglior portiere: Daniele Bigaj (da Savogna d’Isonzo, Venezia); miglior tecnico (Maurizio Rossi, Venezia)

STELLA ROSSA E VENEZIA LE FINALISTE DEL TROFEO “NEREO ROCCO”. TERMINA LA SPLENDIDA AVVENTURA DELLA RAPPRESENTATIVA FVG

Sarà’ Stella Rossa – Venezia l’inedito atto conclusivo del 32esimo Trofeo internazionale “Città di Gradisca-Nereo Rocco”. La finalissima del Mundialito che per una settimana ha messo in vetrina i grandi talenti del calcio giovanile italiano ed internazionale (categoria Allievi Under 17) sarà disputata domenica pomeriggio alle 15 a Trieste proprio nell’impianto di Valmaura dedicato al grande “Paròn”. Ingresso gratuito e diretta televisiva a cura della testata regionale della Rai. Termina dunque in semifinale la splendida cavalcata della Rappresentativa Allievi del Friuli Venezia Giulia, piegata per 2-0 dal Venezia. I ragazzi del ct Furlano sin qui erano imbattuti: avevano fermato Milan e Olimpia Lubiana e sconfitto i messicani del Chivas e la Triestina. Un’uscita a testa alta, quella di Boemo e compagni, che contro i lagunari dell’ex ala del Vicenza Maurizio Rossi hanno dovuto arrendersi alle reti di Pasqualato e Vecchiato, quest’ultima causata da un’incertezza difensiva. Nonostante gli sforzi del bomberino Coccolet e compagni la gara non si e’ piu’ riaperta, anche a causa dei buoni interventi dell’estremo veneto Fabbian. Analogo punteggio (2-0) anche nell’altra semifinale: dopo un primo tempo di sostanziale equilibrio, i serbi della Stella Rossa hanno avuto ragione del ripescato Chivas grazie a una punizione di Burmaz e alll’ennesima perla del bomberino Jocic, al quarto centro nel torneo. Per i “Delje” biancorossi una marcia trionfale: dopo lo stop all’esordio patito contro l’Atalanta, non hanno piu’ sbagliato un colpo con un ruolino di marcia da 13 gol fatti e 2 subiti. Si rinnova dunque questo pomeriggio (prima volta nella storia della kermesse gradiscana) nella splendida cornice dello stadio di Trieste scelto per gli Europei Under 21 del 2019 l’ “eterna” sfida al “Nereo Rocco” fra scuola italiana e vivai stranieri.

FVG all’ultimo respiro, è storica semifinale. Stella Rossa, Venezia e Chivas completano il lotto delle magnifiche quattro del Mundialito

Una rete allo scadere dell’attaccante del CjarlinsMuzane Andrea Coccolet regala proprio sul filo di lana una storica semifinale al Trofeo internazionale “Nereo Rocco” alla Rappresentativa Allievi del FVG. Uno specialista delle reti last minute, il giocatore degli orange: in passato aveva regalato il titolo regionale al suo club nella categoria Giovanissimi con una zampata all’ultimo respiro. Stavolta una sua rasoiata poco prima della roulette dei rigori beffa in diagonale Rossi e toglie di scena la ripescata Triestina, che vede morire cosi’ il suo sogno di fare strada verso la finale nel “suo” stadio “Rocco”. Successo meritato per i ragazzi del ct Furlano, che gia’ avevano disputato un buon girone eliminatorio uscendo imbattuta con big quali Milan e Chivas. Per la Triestina, combattiva ma poco concreta nei sedici metri, terzo stop consecutivo dopo il confortante esordio. Saluta la compagnia anche l’Udinese, che sognava di riacciuffare una semifinale al Mundialito tre anni dopo l’impresa del 2014. Le zebrette di mister Ametrano sbattono contro un Venezia che continua a piacere per concretezza ed organizzazione: partita segnata gia’ nelle primissime battute grazie ai due gol in 5′ (fra il 7′ e il 12′) a firma di Cecchinato e del centravanti Pasqual per i lagunari. Vince, ma quanta sofferenza, la Stella Rossa Belgrado: i sorprendenti sloveni del Gorica passano per primi in vantaggio con l’interessante puntero Kosovar. La gara è un autentico assedio da parte dei serbi, che schiacciano letteralmente la squadra d’oltreconfine. La porta di Hvalic pare stregata, l’estremo sloveno para anche un rigore a Savic, ma nella ripresa il forcing dei “Delje” è premiato dalle reti liberatorie di Ajdinovic e Stojanovic. Prosegue l’avventura del Chivas: i messicani, ripescati, realizzano un gol per tempo con Chavarin e Chen e fanno fuori un Rijeka sin qui impeccabile. Utile solo per la speranza nel finale la rete di Liber. SEMIFINALI: sabato Rappresentativa Allievi FVG – Venezia (Villesse, 18.30) e Stella Rossa-Chivas (Remanzacco, 18.30). Finalissima domenica allo stadio “Nereo Rocco” di Trieste con inizio alle 15 e diretta Rai. Ingresso libero.  

Festa per le rappresentanti del Triveneto, saranno loro a sfidare le formazioni straniere per il titolo del Mundialito

Continua l’avventura delle tre formazioni regionali al Mundialito di Gradisca. Rappresentativa Allievi del FVG, Udinese e Triestina (ripescata) approdano a braccetto ai quarti di finale del Trofeo “Nereo Rocco”. Kermesse che ieri ha vissuto il doloroso addio a due big come Milan e Atalanta. Le due compagini lombarde, già certe del passaggio del turno, sono state costrette a rinunciarvi per obblighi federali: domenica le stesse formazioni si sfidano anche nel campionato Allievi e non hanno ottenuto il via libera al posticipo della sfida in calendario. Due addi che rimettono in gioco la Triestina (nonostante la sconfitta arrivata proprio con gli orobici) e i messicani del Chivas, che hanno regolato l’Olimpia Lubiana. A festeggiare sono soprattutto la rappresentativa FVG, capace di imporre il pari al Milan (rete di Trevisan della Manzanese, ma i ragazzi del ct Furlano erano addirittura passati per primi in vantaggio) e l’Udinese, che vince il proprio girone risalendo di due reti – gol di Ilic e Capuozzo – contro i colombiani del Tolua’. Completano il lotto di pretendenti al titolo i serbi della Stella Rossa, che a suon di gol non sbagliano piu’ un colpo dopo il ko dell’esordio, i sorprendenti sloveni del Gorica (l’1-0 con l’Empoli vale il biglietto per i quarti), e nel girone D Rijeka e Venezia, con i lagunari che rintuzzano l’ultimo disperato tentativo di Malta e Torino di acciuffare la qualificazione sconfiggendo proprio i croati.
RISULTATI girone A: Milan-Fvg 1-1, Chivas-Olimpia Lubiana 2-0; girone B: Atalanta-Triestina 3-0, Stella Rossa-Gois 3-0; girone C: Udinese-Tolua’ 2-2, Empoli-Gorica 0-1; girone D: Torino-Malta 1-1, Rijeka-Venezia 0-2.
CLASSIFICHE girone A: Milan 7, FVG 5, Chivas* 3, Olimpia Lubiana 1; girone B: Atalanta 9, Stella Rossa 6, Triestina * 3, Gois 0; girone C: Udinese 7, Nova Gorica 6, Tolua’ 1, Empoli 0; girone D: Rijeka 6; Venezia 5, Malta 2, Torino 2. Legenda: *: ripescate per i quarti
PROGRAMMA: Quarti di finale: venerdi 22 settembre, Rappresentativa Fvg-Triestina (S.Canzian, ore 19); Stella Rossa – Gorica (S.Sergio Trieste, ore 15), Udinese-Venezia (Grado, 17.30), Rijeka-Chivas (Visco, 18.30). Semifinali sabato 23 a Villesse e Remanzacco. Finalissima domenica 24 settembre alle 15 allo stadio “Nereo Rocco” di Trieste (ingresso libero).

COMUNICATO UFFICIALE – TROFEO ROCCO – COMPOSIZIONE QUARTI DI FINALE

COMUNICATO UFFICIALE TROFEO ROCCO – COMPOSIZIONE QUARTI DI FINALE

Il Comitato Organizzatore del 32esimo “Trofeo Rocco”, in considerazione di sopravvenuti e improrogabili problemi logistici legati alla disputa per obblighi federali dell’incontro di campionato Allievi Nazionali fra Atalanta e Milan di domenica 24 settembre, prende atto dell’inevitabile necessità delle due suddette Società di fare ritorno alle rispettive Sedi.

In loro vece risultano quindi ripescate le squadre: Club Deportivo Chivas Guadalajara (terza classificata del girone A del Milan) e US Triestina 1918 (terza classificata nel girone B dell’Atalanta).

Pertanto il quadro completo degli accoppiamenti dei Quarti di finale si configura come segue:

RAPPRESENTATIVA FVG-TRIESTINA   S.Canzian, ore 19

STELLA ROSSA – GORICA   S.Sergio Trieste, ore 15

UDINESE-VENEZIA   Grado, 17.30

RIJEKA-CHIVAS   Visco, 18.30

L’occasione è gradita per porgere cordiali saluti e un in bocca al lupo per i rispettivi traguardi agonistici

Il Presidente del Comitato Organizzatore XXXII “Trofeo Rocco”

arch.Franco Bonanno