Categoria: Torneo 2017

TRIONFO ROSSOBLU’ AL TROFEO ROCCO: IL BOLOGNA CONCLUDE LA BELLA FAVOLA DELLA RAPPRESENTATIVA DEL FVG

Bologna meritatamente per la prima volta nell’albo d’oro del Mundialito di Gradisca. Termina in un rinnovato stadio “Rocco” di Trieste, impreziosito dalla presenza di oltre un migliaio di spettatori, finisce la splendida cavalcata della Rappresentativa Allievi del Friuli Venezia Giulia. Davide contro Golia, professionisti contro dilettanti: è comunque un successo per i ragazzi regionali.

La finale del Mundialito è piacevole e non scontata, anche se i ragazzi regionali probabilmente sono stati traditi da stanchezza ed emozione. Il Bologna, squadra solida che nel corso della settimana è uscito indenne da partite molto complicate, si presenta con una difesa a tre e un centrocampo folto nel quale a turno gli interpreti hanno il compito di inserirsi alle spalle del tandem Antenori-Parlante (capocannoniere, quest’ultimo, dei felsinei). FVG con il 4-2-3-1. Il maggiore tasso tecnico dei rossoblù è evidente nella circolazione della manovra, orchestrata soprattutto dall’ottimo Grieco, un piccolo Modric, e nei movimenti senza palla, ma il FVG con l’orgoglio rimane in partita.

Anche grazie a un sempre sicurissimo Ronco, che dapprima alla mezz’ora neutralizza la conclusione da fuori di Bolognesi e quindi è bravo in uscita bassa su Antenori ancora bravo a smarcarsi sul centrosinistra dell’area come in occasione del primo gol. Botta e risposta di occasioni a ridosso della conclusione di tempo: la prima volta in area avversaria per la rappresentativa regionale, con il diagonale debole del neoentrato Delle Case pescato in ottima posizione da un lancio sulla trequarti; e quindi la terza parata importante di Ronco, stavolta su Campagna,  ben liberato da un tocco al limite di Casadio: il tentativo di lob è neutralizzato dall’estremo pordenonese, che poco dopo si distende anche in corner su Sanzovo.Nella ripresa il copione non sembra cambiare, con il volonteroso FVG che non riesce a trovare profondità e il Bologna che, sornione, palleggia e ogni tanto affonda. Ed è Buso, per due volte, a provarci dalla distanza e dimostrare che non è ancora finita. E a tenere in piedi i regionali c’è il solito Ronco, che a tu per tu con Antenori rimane in piedi fino all’ultimo e sventa il tocco beffardo del puntero felsineo.

Dura poco, perchè al 16′ su corner carico di effetto da parte di Grieco, Cudini spizza di testa sul palo lungo il gol del raddoppio. Sfortunatissima, la rappresentativa, al 22′ quando passa l’ultimo treno per riaprire la gara: Bronzin colpisce la traversa, poi Bizzini neutralizza il tap in di Vidotto. In zona Cesarini il sigillo di Fabretti.

I PREMIATI: miglior giocatore Grieco (Bologna); capocannoniere: Federico Pagani (Atalanta, 5 reti);  miglior portiere: Bizzini (Bologna); fair play: Fc Gois (Giappone); miglior tecnico Pierangelo Moso (Rappresentativa FVG).

FVG 0
BOLOGNA 3

RAPPRESENTATIVA FVG: Ronco (Chions); Bronzin (Donatello), Bruno (Manzanese, poi Buso, Donatello), Calliku (Donatello, Poi Vrh Trieste Calcio), Cignola (CjarlinsMuzane), Facchin (Fiume Veneto Bannia), Del Ben (Fontanafredda, poi Torresan, CjarlinsMuzane), Gueye (Trieste Calcio), Msatfi (Manzanese, poi Delle Case, Forum Julii)), Santosuosso (Manzanese), Vidotti (Tolmezzo, poi Kasa, ISM Gradisca). All. Moso

BOLOGNA: Bizzini, Varano, Grieco, Cudini, Campagna (Secli), Antenori (Secli), Bolognesi, Casadio, Parlanti (Fabretti), Ristic, Sanzovo. All.Magnani,

MARCATORI: pt 11’Antenori, st 16′ Cudini, 41′ Fabretti

ARBITRO: Zilani di Trieste

BOLOGNA E FVG LE INEDITE FINALISTE DEL XXXIII TROFEO “NEREO ROCCO”

Rappresentativa FVG nella storia del Mundialito di Gradisca. La compagine Allievi del Friuli Venezia Giulia si conferma un’autentica ammazzagrandi e conquista l’atto conclusivo in programma oggi allo stadio “Nereo Rocco” di Trieste. Dolcissimo, per i ragazzi del ct regionale Pierangelo Moso, è ancora una volta l’epilogo dal dischetto: e così dopo la Juventus alza bandiera bianca anche la Lazio. Prossima fermata: il Bologna in finale (alle 16 e in diretta canale Rai regionale). La semifinaledi Remanzacco è equilibrata e seguita da un folto pubblico accorso a spingere i ragazzi locali. Nelle fila della selezione regionale il più insidioso è sempre il tolmezzino Vidotti, che nella prima fase di gara si vede murato per ben due volte dalla retroguardia capitolina. Poco dopo la Lazio passa grazie ad una splendida conclusione di prima intenzione di Kammou a fare secco Ronco. Anche nella ripresa la rappresentativa lotta gagliarda e resta in partita, ben guidata fra i pali dal sempre sicuro portiere Ronco. E gli sforzi a metà ripresa vengono ripagati alla grande. Il pari è tutto “made in Manzanese”: Bruno serve un bel pallone a capitan Santosuosso che in diagonale non lascia scampo a Caruso. Col passare dei minuti prevale la tensione e si rende inevitabile l’epilogo dal dischetto. FVG infallibile, la Lazio sbaglia il suo ultimo rigore ma protesta vivacemente per il penalty vincente dei ragazzi di casa, quello di Dalle Case, che schizza sulla parte interna della traversa e poi, secondo il direttore di gara e per l’iniziale incredulità dello stesso giocatore friulano che si stava disperando, varca la linea bianca consegnando uno storico posto in finale al Friuli Venezia Giulia. Storica anche l’affermazione del Bologna sul Chivas, perche’ mai i felsinei erano approdati all’atto conclusivoi. Ci riescono al termine di una partita tattica e a tratti frenetica, sfruttando al meglio una delle rare occasioni create nella partita. E’ il rossoblu Parlanti a siglare il gol vittoria grazie ad un tocco ravvicinato che non ha lasciato scampo a Fregoso In precedenza da segnalare due grosse occasioni per il Chivas. Nel primo tempo è stato Cudini a rischiare l’autogol con un colpo di testa all’indietro e la palla che colpisce in pieno il palo.

DOMANI GRAN FINALE AL ROCCO E LA TRIESTINA PRESENTA GRANOCHE

MILANESE: “PRESENTIAMO GRANOCHE E POI TUTTI ALLO STADIO PER LA FINALE DEL ROCCO”

Sarà una grande giornata di calcio domani a Trieste allo Stadio Nereo Rocco. Alle 15 la Triestina presenta il suo bomber Granoche, il grande colpo del mercato alabardato. E poi dalla sala stampa del Rocco l’attenzione si sposterà sul campo dove ci saranno le finaliste del torneo. Alle 16 la finalissima e anche Mauro Milanese invita tutti allo stadio per vivere una bellissima giornata di sport. Così si chiuderà la trentatreesima edizione del Trofeo Internazionale Nereo Rocco – Città di Gradisca d’Isonzo. Chi alzerà la Coppa al cielo nello stadio rinnovato che vedrà poi tra i grandi protagonisti proprio Granoche?

I QUARTI DEL MUNDIALITO: JUVE E MILAN OUT, CHE IMPRESA DELLA RAPPRESENTATIVA FVG

Allievi regionali da stropicciarsi gli occhi: eliminano ai rigori la Juventus e conquistano una storica semifinale al Mundialito “Nereo Rocco” di Gradisca. Ora i ragazzi del Friuli Venezia Giulia se la vedranno con la Lazio, ma già essere fra le magnifiche 4 è traguardo da incorniciare.. Esce di scena, oltre ai bianconeri, anche il Milan. Tre sfide su quattro si concludono alla dolorosa lotteria dei rigori. Il sogno della Rappresentativa FVG prende forma al quarto d’ora, quando è Vidotti (Tolmezzo), già decisivo per eliminare il Napoli e giocarsela nei quarti, ad andare a segno: conquistata palla al limite si libera da campione degli avversari e con una precisa conclusione alla destra del portiere manda avanti i suoi. La Juventus alza i ritmi, schiaccia i regionali nella propria metà campo, va vicina al pari con De Graca (gran risposta del portierino Ronco, del Chions) e alla fine riagguanta la sfida grazie a un inserimento di Poppa rendendo incandescente l’ultima fase della gara. Ai calci di rigore la spuntano i ragazzi del ct Pierangelo Moso con le due parate decisive di un monumentale Ronco. Finisce col presidente regionale Figc Ermes Canciani in campo ad abbracciare uno per uno i suoi ragazzi. Girandola di emozioni fra Lazio e Udinese. Sfida giocata a viso aperto e con pochi tatticismi da entrambe le contendenti, eppure il risultato non si schioda dallo 0-0. Finale rovente, con le zebrette di mister Di Biaggio che resistono grazie alle super parate del proprio estremo difensore, a un salvataggio sulla linea e anche alla buona sorte: per i biancocelesti pure una traversa. Udinese che potrebbe passare con una punizione liftata di Ianesi, ma la parata dell’estremo capitolino è da applausi. Si rende necessario l’epilogo piu’ crudele, quello dei tiri dagli 11 metri: risulta piu’ precisa la Lazio, piangono le zebrette bianconere per l’errore determinante di Cucchiaro. Grande equilibrio anche fra Milan e Bologna: match a reti involate, per dirimere la questione anche in questo caso servono i tiri dal dischetto. Sono piu’ precisi i felsinei, che il giorno prima erano praticamente…smontati dal pullman che li avrebbe riportati a casa eliminando in extremis la Stella Rossa: per i rossoblu rigore decisivo di Cudini, fatale per i “diavoletti” rossoneri l’errore di Capone. Passa il turno in rimonta il Chivas Guadalajara. I messicani, passati in svantaggio a causa di un gol di Jasic, eliminano gli austriaci del Karnten nella ripresa grazie a Baez, su splendida punizione, e Freeman, agevolati anche dalla superiorità numerica per l’espulsione di Heiden in occasione della rete del pareggio.
RISULTATI QUARTI DI FINALE Juventus-Rappresentativa FVG 4-5(dopo i calci di rigore, tempi regolamentari 1-1), Chivas-Karnten 2-1 (Jasic, Baez, Freeman); Lazio-Udinese 6-5, dopo i calci di rigore, , tempi regolamentari 0-0) Milan-Bologna 2-3 (dopo i calci di rigore, tempi regolamentari 0-0).
SEMIFINALI martedi 4 settembre Chivas-Bologna (Gorizia, 19.30). Lazio-Rappresentativa FVG (Remanzacco, 19.30). Finalissima allo stadio Nereo Rocco di Trieste mercoledi alle 16, diretta sulla Rai 3 regionale.

ECCO LE QUALIFICATE AI QUARTI DI FINALE DOPO UN’ULTIMA GIORNATA AL CARDIOPALMA

TROFEO ROCCO ECCO LE QUALIFICATE AI QUARTI Vento tricolore al Mundialito, ben sei le italiane ai quarti. Ultima giornata di eliminatorie con emozioni a raffica al Trofeo “Nereo Rocco” di Gradisca d’Isonzo. La kermesse Allievi ha eletto le “magnifiche 8” ed è festa per il contingente dello Stivale Già certe di staccare il biglietto Milan e Juventus, l’ultimo turno era chiamato a stabilire anche le gerarchie in vista dei quarti di finale. Oltre alle due “big”, la rappresentanza italiana è arricchita dal passaggio del turno di altre tre rappresentanti del Belpaese . O, sarebbe piu’ corretto affermare, del Friuli Venezia Giulia: perchè accanto al Bologna, centrano infatti l’impresa del passaggio del turno sia l’Udinese che – per il secondo anno consecutivo – la Rappresentativa Allievi FVG. Per le zebrette friulane è decisivo il rigore di Palumbo che piega per 1-0 i già qualificati rossoneri. In classifica scaturisce un arrivo a tre al fotofinish, nel quale l’Udinese fa compagnia al “Diavolo” e taglia fuori l’Atalanta che a dispetto della goleada ai nipponici del Gois è out per il principio della differenza reti nella classifica avulsa. Festa grande per la rappresentativa regionale del ct Pierangelo Moso, che grazie al gioiellino del Tolmezzo Vidotti (rete decisiva, e pazienza per un un rigore fallito) eliminano il Napoli ed agguantano il secondo posto, guadagnandosi una sfida da sogno contro la Juventus, che in mattinata aveva fatto il proprio dovere contro Malta chiudendo il girone a punteggio pieno. Salutano la compagnia i campioni in carica del Venezia, piegati dal Chivas: anche i messicani sin qui han fatto percorso netto. Ed è arrivo al cardiopalma pure nel girone C, dove risulta decisivo lo scontro diretto fra Lazio e Karnten: i biancocelesti piegano i carinziani, ma la rete in extremis della compagine austriaca è ossigeno puro perchè rende inutile la goleada dei danesi del Midtjylland contro la Triestina. Brividi anche nel girone B, ove il Bologna festeggia una qualificazione last minute ai danni della Stella Rossa grazie a un penalty dei felsinei nella fase finale del match. Le ultime due straniere rimaste, Chivas e Karnten, peraltro si troveranno una di fronte all’altra nel prossimo match.

RISULTATI ULTIMA GIORNATA ELIMINATORIE: Juventus-Malta 1-0, Bologna-Stella Rossa 3-2, Napoli-Rappresentativa Fvg 0-1, Venezia-Chivas 2-3, Lazio-Karnten 2-1, Triestina-Midtjylland 0-6, Gois-Atalanta 1-5, Milan-Udinese 0-1
CLASSIFICHE: girone A Juventus 9*, Bologna 4*, Malta 2, Stella Rossa 1; girone B: Chivas 9*, Rappresentativa FVG 4*, Venezia 2, Napoli 1; girone C: Lazio, Kartnen e Midtjylland 6, Triestina 0; girone D: Milan*, Udinese* e Atalanta 6, Gois 0. *squadre qualificate
PROGRAMMA QUARTI DI FINALE lunedi 4 settembre Juventus-Rappresentativa FVG (San Canzian, 20); Chivas-Karnten (Monfalcone, 18), Lazio-Udinese (Lignano, 18.30), Milan-Bologna (Visco, 18).

IL VENEZIA CONQUISTA PER LA PRIMA VOLTA IL TROFEO “NEREO ROCCO”

VENEZIA 6

STELLA ROSSA 4

DOPO I CALCI DI RIGORE

MARCATORI: pt 6′ Pasqual; st 10′ Pasqual, 28′ Jocic, 44′ Velijkic.

VENEZIA: Bigaj, Etvaz, Kajganic, Gaba,Pasqual, Cecchinato (Ros), Ricci, Beniamin, Stalla, Pasqualato (Vecchiato), Bance (Bagarotto). All. Rossi

STELLA ROSSA: Krstovic, Jankulov, Stajic, Savic, Velijkic, Stojanovic, Jocic (Puletic) Dedijer, Pavlovic, Adzibaba, Nestorovic. All. Puaca.

ARBITRO: Lozej di Trieste

NOTE ammoniti Kajganic, Adzibaba; sequenza rigori: Venezia Stalla gol, Bagarotto parato, Ricci gol, Benjamin gol, Pasqual gol. Stella Rossa: Pavlovic parato, Puletic gol, Dedijer sbagliato, Joicic gol.

TRIESTE Il Venezia iscrive per la prima volta nella sua storia il proprio nome nell’albo d’oro del Trofeo Nereo Rocco. E’ la seconda affermazione consecutiva per i vivai di casa nostra nel prestigioso Mundialito di Gradisca: i veneti succedono all’Atalanta. Decisivo per i lagunari l’epilogo-thrilling dei calci di rigore contro una Stella Rossa mai doma, capace di risalire dal baratro in cui era sprofondata (sotto di due reti, una per tempo) proprio sul filo di lana. Il torneo internazionale Allievi Under 17 si è concluso dopo una settimana di gare nell’inedita, prestigiosa sede dello stadio che del “Paròn” porta il nome: nonostante la giornata fredda e piovosa, discreto il colpo d’occhio nella tribuna Pasinati. Squadre che si affrontano a viso aperto sin alle prime battute: il Venezia è schierato da mister Maurizio Rossi, ex ala destra del Vicenza, con un 3-5-2 nel quale il terminale offensivo è il puntero Pasqual. Risulterà decisivo. Spregiudicato e arioso l’atteggiamento della Stella Rossa, che intende invece aggredire sulle fasce con un 4-2-4 a trazione decisamente anteriore. Neanche tre giri di lancette e i i veneti passano: a sbloccare è Pasqual, che capitalizza con una zampata l’incursione dalla destra di Ervaz. su incursione sulla dx. do Etvaz. Altra grossa occasione per i lagunari al 6′, non sfruttata da Bance su uscita improvvida dell’estremo serbo Krstovic. A quel punto la Stella Rossa prende decisamente il comando delle operazioni, affidandosi ai suoi quattro moschettieri Velikic, Jocic, Radovanovic e Dedijer. Il Venezia si limita a controllare ed agire di rimessa. La gara rimane piacevole nonostante il terreno pesante. Nella seconda frazione parte di nuovo meglio il Venezia, con Rossi che corre immediatamente ai ripari passando alla difesa a 4 ed accettando l’uno contro uno contro i temibili serbi. Al 10′ la gara sembra andare in freezer perche’ Pasqual bissa, questa volta su calcio di rigore concesso per un evidente fallo in area. La Stella Rossa, seppure intontita, continua in qualche modo a crederci: al 21 si vede annullare un gol per fuorigioco. Al 28′ trova finalmente il gol della speranza con una grande giocata di Velijkic. Il forcing dei balcanici diventa asfissiante ed è Joicic in pieno recupero a trovare l’unghiata del 2-2. Nei supplementari, prima che prevalga la paura, c’è spazio ancora per due grandi occasioni di marca lagunare fra il 6′ e il 7′: clamorosa quella di Bagarotto che calcia su un difensore a porta ormai spalancata. Si rende dunque necessario l’epilogo crudele dei tiri dal dischetto, che premia gli Allievi di mister Rossi. I PREMIATI: Capocannoniere: Bogdan Jocic (Stella Rossa, 5 reti); miglior giocatore: Cesare Pasqual (Venezia); miglior portiere: Daniele Bigaj (da Savogna d’Isonzo, Venezia); miglior tecnico (Maurizio Rossi, Venezia)

STELLA ROSSA E VENEZIA LE FINALISTE DEL TROFEO “NEREO ROCCO”. TERMINA LA SPLENDIDA AVVENTURA DELLA RAPPRESENTATIVA FVG

Sarà’ Stella Rossa – Venezia l’inedito atto conclusivo del 32esimo Trofeo internazionale “Città di Gradisca-Nereo Rocco”. La finalissima del Mundialito che per una settimana ha messo in vetrina i grandi talenti del calcio giovanile italiano ed internazionale (categoria Allievi Under 17) sarà disputata domenica pomeriggio alle 15 a Trieste proprio nell’impianto di Valmaura dedicato al grande “Paròn”. Ingresso gratuito e diretta televisiva a cura della testata regionale della Rai. Termina dunque in semifinale la splendida cavalcata della Rappresentativa Allievi del Friuli Venezia Giulia, piegata per 2-0 dal Venezia. I ragazzi del ct Furlano sin qui erano imbattuti: avevano fermato Milan e Olimpia Lubiana e sconfitto i messicani del Chivas e la Triestina. Un’uscita a testa alta, quella di Boemo e compagni, che contro i lagunari dell’ex ala del Vicenza Maurizio Rossi hanno dovuto arrendersi alle reti di Pasqualato e Vecchiato, quest’ultima causata da un’incertezza difensiva. Nonostante gli sforzi del bomberino Coccolet e compagni la gara non si e’ piu’ riaperta, anche a causa dei buoni interventi dell’estremo veneto Fabbian. Analogo punteggio (2-0) anche nell’altra semifinale: dopo un primo tempo di sostanziale equilibrio, i serbi della Stella Rossa hanno avuto ragione del ripescato Chivas grazie a una punizione di Burmaz e alll’ennesima perla del bomberino Jocic, al quarto centro nel torneo. Per i “Delje” biancorossi una marcia trionfale: dopo lo stop all’esordio patito contro l’Atalanta, non hanno piu’ sbagliato un colpo con un ruolino di marcia da 13 gol fatti e 2 subiti. Si rinnova dunque questo pomeriggio (prima volta nella storia della kermesse gradiscana) nella splendida cornice dello stadio di Trieste scelto per gli Europei Under 21 del 2019 l’ “eterna” sfida al “Nereo Rocco” fra scuola italiana e vivai stranieri.

FVG all’ultimo respiro, è storica semifinale. Stella Rossa, Venezia e Chivas completano il lotto delle magnifiche quattro del Mundialito

Una rete allo scadere dell’attaccante del CjarlinsMuzane Andrea Coccolet regala proprio sul filo di lana una storica semifinale al Trofeo internazionale “Nereo Rocco” alla Rappresentativa Allievi del FVG. Uno specialista delle reti last minute, il giocatore degli orange: in passato aveva regalato il titolo regionale al suo club nella categoria Giovanissimi con una zampata all’ultimo respiro. Stavolta una sua rasoiata poco prima della roulette dei rigori beffa in diagonale Rossi e toglie di scena la ripescata Triestina, che vede morire cosi’ il suo sogno di fare strada verso la finale nel “suo” stadio “Rocco”. Successo meritato per i ragazzi del ct Furlano, che gia’ avevano disputato un buon girone eliminatorio uscendo imbattuta con big quali Milan e Chivas. Per la Triestina, combattiva ma poco concreta nei sedici metri, terzo stop consecutivo dopo il confortante esordio. Saluta la compagnia anche l’Udinese, che sognava di riacciuffare una semifinale al Mundialito tre anni dopo l’impresa del 2014. Le zebrette di mister Ametrano sbattono contro un Venezia che continua a piacere per concretezza ed organizzazione: partita segnata gia’ nelle primissime battute grazie ai due gol in 5′ (fra il 7′ e il 12′) a firma di Cecchinato e del centravanti Pasqual per i lagunari. Vince, ma quanta sofferenza, la Stella Rossa Belgrado: i sorprendenti sloveni del Gorica passano per primi in vantaggio con l’interessante puntero Kosovar. La gara è un autentico assedio da parte dei serbi, che schiacciano letteralmente la squadra d’oltreconfine. La porta di Hvalic pare stregata, l’estremo sloveno para anche un rigore a Savic, ma nella ripresa il forcing dei “Delje” è premiato dalle reti liberatorie di Ajdinovic e Stojanovic. Prosegue l’avventura del Chivas: i messicani, ripescati, realizzano un gol per tempo con Chavarin e Chen e fanno fuori un Rijeka sin qui impeccabile. Utile solo per la speranza nel finale la rete di Liber. SEMIFINALI: sabato Rappresentativa Allievi FVG – Venezia (Villesse, 18.30) e Stella Rossa-Chivas (Remanzacco, 18.30). Finalissima domenica allo stadio “Nereo Rocco” di Trieste con inizio alle 15 e diretta Rai. Ingresso libero.  

Festa per le rappresentanti del Triveneto, saranno loro a sfidare le formazioni straniere per il titolo del Mundialito

Continua l’avventura delle tre formazioni regionali al Mundialito di Gradisca. Rappresentativa Allievi del FVG, Udinese e Triestina (ripescata) approdano a braccetto ai quarti di finale del Trofeo “Nereo Rocco”. Kermesse che ieri ha vissuto il doloroso addio a due big come Milan e Atalanta. Le due compagini lombarde, già certe del passaggio del turno, sono state costrette a rinunciarvi per obblighi federali: domenica le stesse formazioni si sfidano anche nel campionato Allievi e non hanno ottenuto il via libera al posticipo della sfida in calendario. Due addi che rimettono in gioco la Triestina (nonostante la sconfitta arrivata proprio con gli orobici) e i messicani del Chivas, che hanno regolato l’Olimpia Lubiana. A festeggiare sono soprattutto la rappresentativa FVG, capace di imporre il pari al Milan (rete di Trevisan della Manzanese, ma i ragazzi del ct Furlano erano addirittura passati per primi in vantaggio) e l’Udinese, che vince il proprio girone risalendo di due reti – gol di Ilic e Capuozzo – contro i colombiani del Tolua’. Completano il lotto di pretendenti al titolo i serbi della Stella Rossa, che a suon di gol non sbagliano piu’ un colpo dopo il ko dell’esordio, i sorprendenti sloveni del Gorica (l’1-0 con l’Empoli vale il biglietto per i quarti), e nel girone D Rijeka e Venezia, con i lagunari che rintuzzano l’ultimo disperato tentativo di Malta e Torino di acciuffare la qualificazione sconfiggendo proprio i croati.
RISULTATI girone A: Milan-Fvg 1-1, Chivas-Olimpia Lubiana 2-0; girone B: Atalanta-Triestina 3-0, Stella Rossa-Gois 3-0; girone C: Udinese-Tolua’ 2-2, Empoli-Gorica 0-1; girone D: Torino-Malta 1-1, Rijeka-Venezia 0-2.
CLASSIFICHE girone A: Milan 7, FVG 5, Chivas* 3, Olimpia Lubiana 1; girone B: Atalanta 9, Stella Rossa 6, Triestina * 3, Gois 0; girone C: Udinese 7, Nova Gorica 6, Tolua’ 1, Empoli 0; girone D: Rijeka 6; Venezia 5, Malta 2, Torino 2. Legenda: *: ripescate per i quarti
PROGRAMMA: Quarti di finale: venerdi 22 settembre, Rappresentativa Fvg-Triestina (S.Canzian, ore 19); Stella Rossa – Gorica (S.Sergio Trieste, ore 15), Udinese-Venezia (Grado, 17.30), Rijeka-Chivas (Visco, 18.30). Semifinali sabato 23 a Villesse e Remanzacco. Finalissima domenica 24 settembre alle 15 allo stadio “Nereo Rocco” di Trieste (ingresso libero).

COMUNICATO UFFICIALE – TROFEO ROCCO – COMPOSIZIONE QUARTI DI FINALE

COMUNICATO UFFICIALE TROFEO ROCCO – COMPOSIZIONE QUARTI DI FINALE

Il Comitato Organizzatore del 32esimo “Trofeo Rocco”, in considerazione di sopravvenuti e improrogabili problemi logistici legati alla disputa per obblighi federali dell’incontro di campionato Allievi Nazionali fra Atalanta e Milan di domenica 24 settembre, prende atto dell’inevitabile necessità delle due suddette Società di fare ritorno alle rispettive Sedi.

In loro vece risultano quindi ripescate le squadre: Club Deportivo Chivas Guadalajara (terza classificata del girone A del Milan) e US Triestina 1918 (terza classificata nel girone B dell’Atalanta).

Pertanto il quadro completo degli accoppiamenti dei Quarti di finale si configura come segue:

RAPPRESENTATIVA FVG-TRIESTINA   S.Canzian, ore 19

STELLA ROSSA – GORICA   S.Sergio Trieste, ore 15

UDINESE-VENEZIA   Grado, 17.30

RIJEKA-CHIVAS   Visco, 18.30

L’occasione è gradita per porgere cordiali saluti e un in bocca al lupo per i rispettivi traguardi agonistici

Il Presidente del Comitato Organizzatore XXXII “Trofeo Rocco”

arch.Franco Bonanno