Categoria: Torneo 2017

IL VENEZIA CONQUISTA PER LA PRIMA VOLTA IL TROFEO “NEREO ROCCO”

VENEZIA 6

STELLA ROSSA 4

DOPO I CALCI DI RIGORE

MARCATORI: pt 6′ Pasqual; st 10′ Pasqual, 28′ Jocic, 44′ Velijkic.

VENEZIA: Bigaj, Etvaz, Kajganic, Gaba,Pasqual, Cecchinato (Ros), Ricci, Beniamin, Stalla, Pasqualato (Vecchiato), Bance (Bagarotto). All. Rossi

STELLA ROSSA: Krstovic, Jankulov, Stajic, Savic, Velijkic, Stojanovic, Jocic (Puletic) Dedijer, Pavlovic, Adzibaba, Nestorovic. All. Puaca.

ARBITRO: Lozej di Trieste

NOTE ammoniti Kajganic, Adzibaba; sequenza rigori: Venezia Stalla gol, Bagarotto parato, Ricci gol, Benjamin gol, Pasqual gol. Stella Rossa: Pavlovic parato, Puletic gol, Dedijer sbagliato, Joicic gol.

TRIESTE Il Venezia iscrive per la prima volta nella sua storia il proprio nome nell’albo d’oro del Trofeo Nereo Rocco. E’ la seconda affermazione consecutiva per i vivai di casa nostra nel prestigioso Mundialito di Gradisca: i veneti succedono all’Atalanta. Decisivo per i lagunari l’epilogo-thrilling dei calci di rigore contro una Stella Rossa mai doma, capace di risalire dal baratro in cui era sprofondata (sotto di due reti, una per tempo) proprio sul filo di lana. Il torneo internazionale Allievi Under 17 si è concluso dopo una settimana di gare nell’inedita, prestigiosa sede dello stadio che del “Paròn” porta il nome: nonostante la giornata fredda e piovosa, discreto il colpo d’occhio nella tribuna Pasinati. Squadre che si affrontano a viso aperto sin alle prime battute: il Venezia è schierato da mister Maurizio Rossi, ex ala destra del Vicenza, con un 3-5-2 nel quale il terminale offensivo è il puntero Pasqual. Risulterà decisivo. Spregiudicato e arioso l’atteggiamento della Stella Rossa, che intende invece aggredire sulle fasce con un 4-2-4 a trazione decisamente anteriore. Neanche tre giri di lancette e i i veneti passano: a sbloccare è Pasqual, che capitalizza con una zampata l’incursione dalla destra di Ervaz. su incursione sulla dx. do Etvaz. Altra grossa occasione per i lagunari al 6′, non sfruttata da Bance su uscita improvvida dell’estremo serbo Krstovic. A quel punto la Stella Rossa prende decisamente il comando delle operazioni, affidandosi ai suoi quattro moschettieri Velikic, Jocic, Radovanovic e Dedijer. Il Venezia si limita a controllare ed agire di rimessa. La gara rimane piacevole nonostante il terreno pesante. Nella seconda frazione parte di nuovo meglio il Venezia, con Rossi che corre immediatamente ai ripari passando alla difesa a 4 ed accettando l’uno contro uno contro i temibili serbi. Al 10′ la gara sembra andare in freezer perche’ Pasqual bissa, questa volta su calcio di rigore concesso per un evidente fallo in area. La Stella Rossa, seppure intontita, continua in qualche modo a crederci: al 21 si vede annullare un gol per fuorigioco. Al 28′ trova finalmente il gol della speranza con una grande giocata di Velijkic. Il forcing dei balcanici diventa asfissiante ed è Joicic in pieno recupero a trovare l’unghiata del 2-2. Nei supplementari, prima che prevalga la paura, c’è spazio ancora per due grandi occasioni di marca lagunare fra il 6′ e il 7′: clamorosa quella di Bagarotto che calcia su un difensore a porta ormai spalancata. Si rende dunque necessario l’epilogo crudele dei tiri dal dischetto, che premia gli Allievi di mister Rossi. I PREMIATI: Capocannoniere: Bogdan Jocic (Stella Rossa, 5 reti); miglior giocatore: Cesare Pasqual (Venezia); miglior portiere: Daniele Bigaj (da Savogna d’Isonzo, Venezia); miglior tecnico (Maurizio Rossi, Venezia)

STELLA ROSSA E VENEZIA LE FINALISTE DEL TROFEO “NEREO ROCCO”. TERMINA LA SPLENDIDA AVVENTURA DELLA RAPPRESENTATIVA FVG

Sarà’ Stella Rossa – Venezia l’inedito atto conclusivo del 32esimo Trofeo internazionale “Città di Gradisca-Nereo Rocco”. La finalissima del Mundialito che per una settimana ha messo in vetrina i grandi talenti del calcio giovanile italiano ed internazionale (categoria Allievi Under 17) sarà disputata domenica pomeriggio alle 15 a Trieste proprio nell’impianto di Valmaura dedicato al grande “Paròn”. Ingresso gratuito e diretta televisiva a cura della testata regionale della Rai. Termina dunque in semifinale la splendida cavalcata della Rappresentativa Allievi del Friuli Venezia Giulia, piegata per 2-0 dal Venezia. I ragazzi del ct Furlano sin qui erano imbattuti: avevano fermato Milan e Olimpia Lubiana e sconfitto i messicani del Chivas e la Triestina. Un’uscita a testa alta, quella di Boemo e compagni, che contro i lagunari dell’ex ala del Vicenza Maurizio Rossi hanno dovuto arrendersi alle reti di Pasqualato e Vecchiato, quest’ultima causata da un’incertezza difensiva. Nonostante gli sforzi del bomberino Coccolet e compagni la gara non si e’ piu’ riaperta, anche a causa dei buoni interventi dell’estremo veneto Fabbian. Analogo punteggio (2-0) anche nell’altra semifinale: dopo un primo tempo di sostanziale equilibrio, i serbi della Stella Rossa hanno avuto ragione del ripescato Chivas grazie a una punizione di Burmaz e alll’ennesima perla del bomberino Jocic, al quarto centro nel torneo. Per i “Delje” biancorossi una marcia trionfale: dopo lo stop all’esordio patito contro l’Atalanta, non hanno piu’ sbagliato un colpo con un ruolino di marcia da 13 gol fatti e 2 subiti. Si rinnova dunque questo pomeriggio (prima volta nella storia della kermesse gradiscana) nella splendida cornice dello stadio di Trieste scelto per gli Europei Under 21 del 2019 l’ “eterna” sfida al “Nereo Rocco” fra scuola italiana e vivai stranieri.

FVG all’ultimo respiro, è storica semifinale. Stella Rossa, Venezia e Chivas completano il lotto delle magnifiche quattro del Mundialito

Una rete allo scadere dell’attaccante del CjarlinsMuzane Andrea Coccolet regala proprio sul filo di lana una storica semifinale al Trofeo internazionale “Nereo Rocco” alla Rappresentativa Allievi del FVG. Uno specialista delle reti last minute, il giocatore degli orange: in passato aveva regalato il titolo regionale al suo club nella categoria Giovanissimi con una zampata all’ultimo respiro. Stavolta una sua rasoiata poco prima della roulette dei rigori beffa in diagonale Rossi e toglie di scena la ripescata Triestina, che vede morire cosi’ il suo sogno di fare strada verso la finale nel “suo” stadio “Rocco”. Successo meritato per i ragazzi del ct Furlano, che gia’ avevano disputato un buon girone eliminatorio uscendo imbattuta con big quali Milan e Chivas. Per la Triestina, combattiva ma poco concreta nei sedici metri, terzo stop consecutivo dopo il confortante esordio. Saluta la compagnia anche l’Udinese, che sognava di riacciuffare una semifinale al Mundialito tre anni dopo l’impresa del 2014. Le zebrette di mister Ametrano sbattono contro un Venezia che continua a piacere per concretezza ed organizzazione: partita segnata gia’ nelle primissime battute grazie ai due gol in 5′ (fra il 7′ e il 12′) a firma di Cecchinato e del centravanti Pasqual per i lagunari. Vince, ma quanta sofferenza, la Stella Rossa Belgrado: i sorprendenti sloveni del Gorica passano per primi in vantaggio con l’interessante puntero Kosovar. La gara è un autentico assedio da parte dei serbi, che schiacciano letteralmente la squadra d’oltreconfine. La porta di Hvalic pare stregata, l’estremo sloveno para anche un rigore a Savic, ma nella ripresa il forcing dei “Delje” è premiato dalle reti liberatorie di Ajdinovic e Stojanovic. Prosegue l’avventura del Chivas: i messicani, ripescati, realizzano un gol per tempo con Chavarin e Chen e fanno fuori un Rijeka sin qui impeccabile. Utile solo per la speranza nel finale la rete di Liber. SEMIFINALI: sabato Rappresentativa Allievi FVG – Venezia (Villesse, 18.30) e Stella Rossa-Chivas (Remanzacco, 18.30). Finalissima domenica allo stadio “Nereo Rocco” di Trieste con inizio alle 15 e diretta Rai. Ingresso libero.  

Festa per le rappresentanti del Triveneto, saranno loro a sfidare le formazioni straniere per il titolo del Mundialito

Continua l’avventura delle tre formazioni regionali al Mundialito di Gradisca. Rappresentativa Allievi del FVG, Udinese e Triestina (ripescata) approdano a braccetto ai quarti di finale del Trofeo “Nereo Rocco”. Kermesse che ieri ha vissuto il doloroso addio a due big come Milan e Atalanta. Le due compagini lombarde, già certe del passaggio del turno, sono state costrette a rinunciarvi per obblighi federali: domenica le stesse formazioni si sfidano anche nel campionato Allievi e non hanno ottenuto il via libera al posticipo della sfida in calendario. Due addi che rimettono in gioco la Triestina (nonostante la sconfitta arrivata proprio con gli orobici) e i messicani del Chivas, che hanno regolato l’Olimpia Lubiana. A festeggiare sono soprattutto la rappresentativa FVG, capace di imporre il pari al Milan (rete di Trevisan della Manzanese, ma i ragazzi del ct Furlano erano addirittura passati per primi in vantaggio) e l’Udinese, che vince il proprio girone risalendo di due reti – gol di Ilic e Capuozzo – contro i colombiani del Tolua’. Completano il lotto di pretendenti al titolo i serbi della Stella Rossa, che a suon di gol non sbagliano piu’ un colpo dopo il ko dell’esordio, i sorprendenti sloveni del Gorica (l’1-0 con l’Empoli vale il biglietto per i quarti), e nel girone D Rijeka e Venezia, con i lagunari che rintuzzano l’ultimo disperato tentativo di Malta e Torino di acciuffare la qualificazione sconfiggendo proprio i croati.
RISULTATI girone A: Milan-Fvg 1-1, Chivas-Olimpia Lubiana 2-0; girone B: Atalanta-Triestina 3-0, Stella Rossa-Gois 3-0; girone C: Udinese-Tolua’ 2-2, Empoli-Gorica 0-1; girone D: Torino-Malta 1-1, Rijeka-Venezia 0-2.
CLASSIFICHE girone A: Milan 7, FVG 5, Chivas* 3, Olimpia Lubiana 1; girone B: Atalanta 9, Stella Rossa 6, Triestina * 3, Gois 0; girone C: Udinese 7, Nova Gorica 6, Tolua’ 1, Empoli 0; girone D: Rijeka 6; Venezia 5, Malta 2, Torino 2. Legenda: *: ripescate per i quarti
PROGRAMMA: Quarti di finale: venerdi 22 settembre, Rappresentativa Fvg-Triestina (S.Canzian, ore 19); Stella Rossa – Gorica (S.Sergio Trieste, ore 15), Udinese-Venezia (Grado, 17.30), Rijeka-Chivas (Visco, 18.30). Semifinali sabato 23 a Villesse e Remanzacco. Finalissima domenica 24 settembre alle 15 allo stadio “Nereo Rocco” di Trieste (ingresso libero).

COMUNICATO UFFICIALE – TROFEO ROCCO – COMPOSIZIONE QUARTI DI FINALE

COMUNICATO UFFICIALE TROFEO ROCCO – COMPOSIZIONE QUARTI DI FINALE

Il Comitato Organizzatore del 32esimo “Trofeo Rocco”, in considerazione di sopravvenuti e improrogabili problemi logistici legati alla disputa per obblighi federali dell’incontro di campionato Allievi Nazionali fra Atalanta e Milan di domenica 24 settembre, prende atto dell’inevitabile necessità delle due suddette Società di fare ritorno alle rispettive Sedi.

In loro vece risultano quindi ripescate le squadre: Club Deportivo Chivas Guadalajara (terza classificata del girone A del Milan) e US Triestina 1918 (terza classificata nel girone B dell’Atalanta).

Pertanto il quadro completo degli accoppiamenti dei Quarti di finale si configura come segue:

RAPPRESENTATIVA FVG-TRIESTINA   S.Canzian, ore 19

STELLA ROSSA – GORICA   S.Sergio Trieste, ore 15

UDINESE-VENEZIA   Grado, 17.30

RIJEKA-CHIVAS   Visco, 18.30

L’occasione è gradita per porgere cordiali saluti e un in bocca al lupo per i rispettivi traguardi agonistici

Il Presidente del Comitato Organizzatore XXXII “Trofeo Rocco”

arch.Franco Bonanno

Milan, Udinese e Rijeka a vele spiegate al Mundialito, Atalanta a valanga. Ma la sorpresa è la rappresentativa del FVG

Milan, Udinese e Rijeka a vele spiegate. Sono loro le prime tre squadre qualificate – con un turno d’anticipo – ai quarti di finale del torneo Allievi “Nereo Rocco” in corso di svolgimento a Gradisca d’Isonzo e in tutto il Triveneto. Quasi fatta anche per l’Atalanta, ma nel raggruppamento degli orobici – dove la Stella Rossa risorge a spese della Triestina – è ancora teoricamente possibile un arrivo al fotofinish. Sarà decisiva l’ultima tornata di gare in programma questo pomeriggio. Ma andiamo con ordine. L’impresa di giornata è certamente della rappresentativa Allievi del Friuli Venezia Giulia, che grazie a una rete di Coccolet (CjarlinsMuzane) piega un Chivas visibilmente sotto choc a causa della tragico sisma che ha colpito il Messico. Per i ragazzi del ct Furlano ora è lecito sognare il passaggio del turno, contro un Milan che dovrà difendere il primo posto ma è gia’ certo del ticket per i quarti. I baby rossoneri regolano l’Olimpia Lubiana anche grazie a un rigore di Daniel Maldini, figlio di tanto padre. Nel girone B una grandinata di reti: se l’Atalanta campione in carica travolge i giapponesi del Gois, si sgretola la baby Alabarda contro la Stella Rossa dello scatenato Velikic (4 reti). Triestina che teoricamente puo’ ancora sperare in un’impresa facendo risultato contro gli orobici, che a loro volta devono pero’ guardarsi dal poderoso ritorno dei serbi che verosimilmente passeggeranno col Gois. Vanno insomma stabilite le gerarchie del girone. Gerarchie che sono invece piuttosto chiare nel gruppo C, dove l’Udinese stacca tutti avendo ragione del Gorica grazie a un gol di Adam, e nel D guidato dal Rijeka, che rimane a punteggio pieno imponendosi di misura su Malta.

RISULTATI girone A: Chivas-FVG 0-1, Milan-Olimpia Lubiana 2-0; girone B: Atalanta-Gois 7-0, Stella Rossa-Triestina 6-1; girone C: Empoli-Tolua’ 1-1, Udinese-Nova Gorica 1-0; girone D: Rijeka-Malta 1-0, Torino-Venezia 0-1.

CLASSIFICHE girone A: Milan 6, FVG 4, Olimpia Lubiana 1, Chivas 0; girone B: Atalanta 6, Stella Rossa e Triestina 3, Gois 0; girone C: Udinese 6, Nova Gorica 3, Empoli e Tolua’ 1; girone D: Rijeka 6; Venezia 2, Malta 1, Torino 1

GIOVEDI 21.09 L’ULTIMA GIORNATA ELIMINATORIA girone A: Milan-Fvg (Teor, 18.30), Chivas-Olimpia Lubiana (Visco, 18.30); girone B: Atalanta-Triestina (Treppo Grande, 18), Stella Rossa-Gois (S.Canzian, 19); girone C: Udinese-Tolua’ (Torreano, 18), Empoli-Gorica (Savogna, 18.30); girone D: Torino-Malta (Aquileia, 18), Rijeka-Venezia (Cesarolo, 19). Quarti di finale; venerdi 22 a San Canzian, San Sergio (Trieste), Grado e Visco. Semifinali sabato 23 a Villesse e Remanzacco. Finalissima domenica 24 settembre alle 15 allo stadio “Nereo Rocco” di Trieste (ingresso libero).

Trofeo Rocco targato FVG: bene Udinese e Triestina, sorridono Milan e i campioni uscenti dell’Atalanta

Profuma di Friuli Venezia Giulia la prima giornata del Trofeo Nereo Rocco di Gradisca d’Isonzo. Da tempo immemore al Mundialito di Gradisca non si registrava un avvio cosi’ convincente per entrambe le portacolori della regione. Se l’Udinese di mister Ametrano piega la resistenza dell’Empoli finalista dello scorso anno (in rimonta: reti di Specogna e Ilic), l’impresa di giornata è decisamente della Triestina di mister Lotti che travolge i nipponici del Gois con un rotondo 3-0 che porta le firme di Panaro, Becchinolfi e Markovic. A completare una giornata dalle tinte davvero “local” arrivano anche il pari della rappresentativa Allievi regionale (1-1, la selezione del “ct” Furlano conduceva con rete di Venaruzzo della Sanvitese) e il successo del Gorica che a sorpresa ha regolato i colombiani del Tolua’ in una gara ricca di emozioni e colpi di scena. E le big? Il Milan (con Maldini jr in campo) piega i messicani del Chivas, il Torino si fa sorprendere dal Rijeka. Sorridono i campioni in carica dell’Atalanta, che regolano al “Colaussi” di Gradisca la Stella Rossa Belgrado con acuti di Ghislandi e Gyabuaa. Inutile il forcing finale dei serbi che non vanno oltre la rete della speranza con Nikolic. Infine il Venezia, che ha evitato lo scivolone contro Malta proprio nelle battute conclusive del match trovando la rete dell’ormai insperato pari con Beniamil.

RISULTATI girone A: Milan-Chivas 2-1, Olimpia Lubiana-Rappresentativa FVG 1-1; girone B: Gois-Triestina 0-3, Atalanta-Stella Rossa 2-1; girone C: Tolua’-Nova Gorica 2-3, Empoli-Udinese 1-2; girone D: Torino-Rijeka 0-1, Venezia-Malta 1-1.

PROGRAMMA 20.09.2017 girone A: Chivas-FVG (Grado, 17.30), Milan-Olimpia Lubiana (Monfalcone via Boito, 18); girone B: Atalanta-Gois (Varmo, 17.30), Stella Rossa-Triestina (Cesarolo, 19); girone C: Empoli-Tolua’ (Visco, 18.30), Udinese-Nova Gorica (Gradisca, 20); girone D: Rijeka-Malta (San Sergio Trieste, 15), Torino-Venezia (Morsano al Tagliamento, 20).

OGGI IL TRIANGOLARE FEMMINILE “GIANCARLO POZZO” Dalle 17, sempre mercoledi 20 settembre, lo stadio “Bearzot” di Campagnuzza a Gorizia ospita la seconda edizione del triangolare femminile internazionale parallelo al “Mundialito”: in campo le formazioni di Tavagnacco, Olimpia Lubiana e una rappresentativa carinziana.

Tanti premiati e ospiti d’onore al vernissage del Trofeo Nereo Rocco

Globale e locale assieme, per celebrare 32 anni di Mundialito. Globale come la vetrina sulla créme del calcio giovanile mondiale del Trofeo Rocco, in programma dal 19 al 24 settembre prossimi sui campi di tutto il Friuli Venezia Giulia (e il vicino Veneto); locale come l’attenzione riservata al mondo dello sport e del sociale di casa nostra nel corso del consueto vernissage ospitato dall’elegante cornice del Nuovo Teatro Comunale con la consegna dei consueti Premi allo Sport. E pazienza se il bomber campione del mondo di Germania 2006, l’attuale tecnico del Venezia Pippo Inzaghi, non è riuscito ad essere presente alla cerimonia (ha fatto comunque pervenire un messaggio di saluto e ringraziamento). Al “gran gala” c’era comunque un parterre de roi a rappresentare il calcio regionale: dal patron dell’Udinese Giampaolo Pozzo – in memoria del fratello Giancarlo parallelamente al “Rocco” verrà disputato a Gorizia un triangolare internazionale di calcio femminile destinato secondo gli organizzatori a divenire un piccolo “Viareggio” in rosa – all’amministratore unico della Triestina Mauro Milanese, passando per l’indimenticabile bomber dell’Itala San Marco dei miracoli Neto Pereira (oggi al Mestre) che non ha voluto mancare assieme a tante bandiere del calcio gradiscano all’omaggio al tecnico lucinichese Agostino Moretto, scomparso un anno fa. Tanti anche gli esponenti del mondo politico e sportivo presenti per augurare in bocca al lupo al Mundialito organizzato dal vulcanico Franco Bonanno con il suo encomiabile staff: dal consigliere regionale Diego Moretti al numero 1 della Figc regionale Ermes Canciani, passando per il presidente del Coni Fvg on.Giorgio Brandolin, il sindaco di Gradisca Linda Tomasinsig e l’assessore allo Sport del Comune di Trieste Giorgio Rossi. Inevitabile un riferimento di questi ultimi al fatto che la finalissima della manifestazione, per la prima volta, non si disputerà al “Colaussi” ma al “Rocco” di Trieste. “Un omaggio doveroso” ha spiegato Bonanno; “Un po’ ci speravamo” ha ammiccato Rossi: “Scelta che un po’ ci dispiace ma che comprendiamo, importante sarà confrontarsi in futuro con gli organizzatori per trovare sempre nuove formule in grado di mantenere lo spirito di questo grande torneo” la chiosa di Tomasinsig. Nella categoria giornalisti, il riconoscimento 2017 è andato al caporedattore della sede Rai regionale Rino Giusa; nella categoria dirigenti, al presidente del Tavagnacco calcio femminile, Roberto Amoroso. Ma grande attenzione è stata data anche al sociale, con i riconoscimenti speciali a due realtà che ottengono eccellenti risultati nello sport per persone diversamente abili: stiamo parlando dell’istituto sportivo “Giuliano Schultz” di Medea, con il suo fondatore Luciano De Mitri, e dello Sci Club Due di Ronchi dei Legionari, nella persona del plurimedagliato Giuseppe Cantoni. Menzioni speciali per la società calcio gradiscana Fortezza, salita nella scorsa stagione in Seconda Categoria al debutto in un campionato Figc; alla società Basket Gradisca, nella persona del presidente Luigi Pacorini, per avere riportato la pallacanestro all’ombra del Leone di San Marco e in particolare nell’ultima stagione un team femminile capace di lottare subito per la serie B; e due premi alla memoria, l’uno in ricordo di Villi Trevisan, dirigente-pioniere proprio della pallacanestro “rosa” in città, e l’altro come detto a onorare il grande Agostino Moretto, già tecnico di Itala San Marco, Pro Gorizia e Lucinico, ed ex presidente provinciale degli allenatori di calcio, scomparso nel corso del 2016. A ritirare il riconoscimento, visibilmente commosse, la moglie Marisa e la figlia Chiara. Ad applaudirle e ricordare “Ago” con una lacrima, tanti ex “leoni” biancoblu come Neto, Alessandro Peroni, Fabio Franti Alen Carli, Alessandro Moras, Stefanino Beltrame. Il 18 settembre alla sala civica Bergamas il torneo avra’ la sua apertura con un concerto di gala benefiico alla sala civica Bergamas con raccolta fondi per associazioni che sostengono le famiglie di bambini che soffrono di autismo. Poi a parlare sarà il campo, con la crema dei vivai italiani e stranieri a contendersi l’elegante trofeo in oro realizzato dal maestro gradiscano Claudio Fontana.